7 Condivisioni

Una forte presenza online è diventata condizione necessaria per ogni azienda: piccole indagini svolte sul web si affiancano sempre più a raccomandazioni e consigli delle persone fidate, grazie alle quali farsi un’idea più completa rispetto alle proprie esigenze.

Sfido chiunque a trovare un settore in cui i clienti non siano sempre connessi grazie allo smartphone o al pc, dalla scrivania di un ufficio piuttosto che dal divano mediante il tablet.

Rappresentare efficacemente il tuo business su internet è un obiettivo bello a parole, ma molto spesso difficile da realizzare.

Il primo ostacolo? Ovviamente, da dove partire. Situazione complicata da superare, soprattutto se non hai mai ritenuto opportuno utilizzare i nuovi media e capire quali siano i primi passi per emergere.

Ecco un breve riepilogo utile a comprendere verso quale direzione indirizzare gli sforzi:

Avere un sito web

Molte imprese spendono fior fior di quattrini per inserzioni sul giornale locale, solo per il piacere di vedere il logo col classico slogan del tipo “siamo i più fighi” con la convinzione di fare un dispetto al competitor.

In realtà, oggi come oggi è impensabile che un’attività non abbia allestito un portale di proprietà, all’interno del quale organizzare contenuti chiari, diretti, adeguati rispetto alle aspettative di chi vogliamo soddisfare.

Parlo di “portale di proprietà” perché a differenza dei social, del motore di ricerca o del giornale stesso, questo strumento è tuo, della tua azienda: le logiche alla base della messa in risalto di un concetto dipendono da te, che non sei soltanto uno dei tanti inserzionisti.

Spiegare chiaramente chi sei e quali benefici puoi garantire

Hai presente quei siti con la musica di sottofondo che si avvia in stile sagra di paese, con l’animazione in flash che impiega una vita a caricarsi, in cui non si capisce cosa faccia l’azienda in questione? Ecco, sarebbe opportuno fare il contrario.

Ovvero sottolineare quali vantaggi debba aspettarsi chi si affida a te, quali siano i valori di riferimento, le parole di clienti che hanno già provato il prodotto o servizio offerti.

Recensioni, testimonianze e case history aiutano a superare quel velo di diffidenza presente in ognuno di noi.

Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)

Avere un bel sito non serve se questo non è ben posizionato su Google. In quest’ottica è indicato ragionare sia per il motore di ricerca che per gli utenti, che troveranno in te un riferimento prezioso.

L’ottimizzazione è un processo da tenere in considerazione a tempo pieno, da cui non si può prescindere, e che evidenzia risultati in tempo relativamente breve rispetto ad altre attività.

Produrre contenuti di qualità

Detto chiaramente… Vesti i panni del blogger, oppure delega un professionista che lo faccia per te.

Ciò che pubblichi ti identifica, aiuta a creare una reputazione. Non ami scrivere? Dedicati alla realizzazione di video, ma produci. Veicola soluzioni utili e l’utente non potrà che rivolgersi a te.

Per approfondire: I 10 comandamenti per l’avvio del tuo blog

Installare (e monitorare) Google Analytics

Google Analytics è un potentissimo strumento, tra l’altro gratuito, che permette di capire come le persone interagiscano col tuo sito. Di cosa stiamo parlando? Di quanti utenti navigano sul portale, da dove provengono, quanto tempo trascorrono nella consultazione e quale dispositivo utilizzano.

Nulla dà più potere della conoscenza: controlla periodicamente i dati e valuta come migliorare nel tempo il sito stesso e gli sforzi di marketing.

Avere una presenza sui social media

Ogni business, nel 2016 2017, deve avere una pagina Facebook adeguatamente curata e popolata.

A seconda del target servirà impostare la presenza su Twitter, LinkedIn o Pinterest, in modo da aumentare la visibilità del marchio ed interagire col pubblico.

Guai a limitarsi all’apertura delle fanpage… È appropriato definire un piano editoriale che preveda pubblicazioni regolari.

Ti consiglio di leggere: I vantaggi dei social per le PMI

Stanziare del budget per la promozione

Emergere sul web non è facile, soprattutto quando si è agli inizi e la concorrenza è molto agguerrita.

Fortunatamente, però, esistono piattaforme utili per conquistare visibilità sul motore di ricerca per le parole chiave inerenti al tuo mercato.

Mi riferisco a Google Adwords, che nel breve periodo o in momenti strategicamente rilevanti aiuta a guadagnarsi un posto al sole.

Sfruttare le mail

Qualora tu non abbia già a disposizione una lista d’indirizzi dei clienti, sfrutta il modulo presente nel sito o chiedi a chi si presenta in negozio il via libera per inviare comunicazioni periodiche. La classica mail rappresenta un modo interessante per coinvolgere e di conseguenza, far acquistare.

E tu, quali azioni devi intraprendere per mettere le ali al tuo business online?

7 Condivisioni

scritto da

Simone Puliafito

General Manager di Taeda Communication


Impegnato nel coordinamento delle risorse umane e nello sviluppo del business aziendale, è il fondatore dell'agenzia. Il suo motto? "Stare sempre sul pezzo!"

Restiamo in contatto su Linkedin Google Plus

Comments

comments