13 Condivisioni

Il copywriter è una figura sempre più richiesta dalle aziende e dalle agenzie di comunicazione, ma sono ancora in molti a non avere ben chiare le sue reali mansioni.

Parlando per esperienza personale, sulla base delle domande che mi è capitato di sentirmi rivolgere nel corso degli ultimi anni, posso assicurare che il copywriter:

  • non ha nulla a che fare con il copyright/brevetti/diritti d’autore;
  • non copia né ruba;
  • non fa graffiti sui muri delle città;
  • non “scrive i siti Internet”.


In realtà il copy ha ruoli e obiettivi ben precisi ma, come spesso accade, le professioni (più o meno) nuove non sono conosciute da tutti. Almeno, non fino a quando ci si rende conto di averne bisogno. 

Se sei qui è per due motivi:

1. vuoi sapere una volta per tutte chi è e cosa fa un copywriter;

2. sei anche tu un copy e vuoi avere qualche spunto in più per spiegare il tuo lavoro a genitori/parenti/amici.

Ecco una guida (non definitiva) sul ruolo del copywriter.

Chi è il copywriter

Sebbene non ci sia una definizione di copywriter universalmente riconosciuta, potremmo riassumere dicendo che si tratta di colui che scrive contenuti efficaci per le aziende sul web.

In realtà il copy nasce prima dell’avvento di Internet: inizialmente era colui che si occupava di scrivere gli annunci nelle redazioni giornalistiche, per occuparsi successivamente della creazione di testi per le pubblicità (slogan per radio, tv e volantini, comunicati stampa, ecc).

Oggi, sebbene ancora legato all’ideazione di naming per marchi, promozioni o linee di prodotti, il copywriter è una figura che, nell’immaginario collettivo, viene associata principalmente alla scrittura per la comunicazione online.

Questo non esclude che egli possa redigere anche contenuti per l’offline (ad esempio brochure, presentazioni, cataloghi o monografie aziendali) ma le finalità restano invariate: usare le parole per rendere efficace un testo e trasmettere un messaggio al meglio, utilizzando approcci diversi a seconda del contesto e degli obiettivi da raggiungere.

Copywriter: cosa fa

La figura del copywriter ruota attorno alla creazione di contenuti in diversi ambiti, ognuno dei quali può comportare strategie e metodi molto diversi tra loro.

Per farti qualche esempio, egli si occupa di scrivere testi per:

  • blog aziendali
  • pagine dei siti Internet (ad esempio Chi siamo, Servizi, Prodotti, ecc)
  • landing page
  • newsletter
  • funnel
  • social media

Un copywriter può utilizzare e incrociare stili diversi: dalla scrittura persuasiva (più finalizzata alla conversione diretta) a quella SEO-oriented (focalizzata sul posizionamento sui motori di ricerca e comunque, indirettamente, alla conversione del cliente).

In ogni caso, il copy non può prescindere dal collaborare a stretto contatto con altre figure professionali, strettamente collegate al suo ruolo. Tra quelle basilari vi sono senza dubbio:

Copywriter: competenze

In un celebre film, un’altrettanto celebre attrice ripeteva: «Ogni volta che qualcuno dice “anch’io me la cavo a scrivere”, da qualche parte un copywriter muore».

Certo, tutto nasce dalla capacità di scrittura, ma questa, da sola, non basta.

Un bravo copy deve avere voglia di approfondire sempre nuove tematiche: nello stesso giorno può ritrovarsi a scrivere riguardo argomenti molto diversi tra loro, quindi la curiosità è senza dubbio un elemento che non può mancare.

Deve avere, inoltre, ottime capacità nell’utilizzo degli strumenti di analisi: non solo dei competitor e del target di riferimento (per capire come calarsi al meglio nella realtà di cui sta per occuparsi) ma anche di tutta la sfera un po’ più tecnica inerente il posizionamento su Google o su altri motori di ricerca.

Scrivere per il web deve sempre avere finalità ben precise: un testo ben realizzato che non porta risultati significa che è privo di una componente fondamentale. 

Il copywriter deve saper rendere semplice e chiaro anche ciò che, in partenza, non lo è. Per darti due immagini concrete potrei dirti che in certe fasi il copy lavora:

  • come un chirurgo, che opera in modo minuzioso sul testo per organizzare al meglio parole, frasi, stile di scrittura e tono di voce; 
  • come una lavatrice, che prende i panni sporchi (idee sparse/argomenti difficili) e li restituisce puliti (ben organizzati e chiari) per poterli indoss…pubblicare! 


Insomma, come puoi intuire, l’attività di copy è molto più complessa della scrittura fine a sé stessa. Spero di averti aiutato a risolvere qualche dubbio su questa tematica: se ti sei appena reso conto di non poter fare a meno di un copywriter, non esitare a contattarci!

13 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Copywriter di Taeda Communication


Trasforma in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporta piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

Restiamo in contatto su

Comments

comments