Creare contenuti sul web significa fornire al lettore, nel modo più efficace possibile, le risposte che stava cercando: usare un linguaggio chiaro è, dunque, fondamentale.

Spesso chi scrive articoli e testi su Internet è talmente focalizzato sull’argomento che deve comunicare da perdere di vista l’obiettivo finale: dare un effettivo valore aggiunto al lettore.

Parlare di un determinato tema è facile per chi già lo conosce e, di conseguenza, ne scrive: ma sarà effettivamente accessibile anche al target di riferimento? Per rispondere a questa domanda bisogna partire dal linguaggio. 

Scrivere sul web: l’utente al primo posto

Per scrivere sul web devi, innanzitutto, cambiare la prospettiva: l’obiettivo è trasmettere un messaggio e facilitarne la comprensione all’utente.

Ricorda che non devi creare un contenuto per dare sfoggio delle tue abilità di scrittore o della lista delle tue competenze: semmai si tratta di mettere le tue nozioni al servizio di chi legge, in modo che siano effettivamente utili e chiare.

Talvolta utilizzare un linguaggio complesso è, paradossalmente, più facile: alcune competenze vengono date per scontate, mentre invece bisognerebbe sempre scrivere mettendosi nei panni del lettore.

Non si tratta di un processo immediato né automatico ma, per iniziare, analizza con attenzione le parole e le scelte lessicali che generalmente adotti. Limita, in particolare:

  • linguaggio aulico (termini troppo ricercati e fuori dall’uso comune);
  • linguaggio tecnico/settoriale (rischieresti di intercettare solo pochi utenti);
  • forestierismi (molte volte un termine in lingua straniera non è altro che una variante di un parola già presente in italiano).

Insomma, il tuo obiettivo dev’essere trasformare un concetto complesso in un messaggio semplice…non il contrario!

Per approfondire: Il miglior stile di scrittura (per il web e non solo)

Quando il linguaggio tecnico è necessario

In alcuni casi utilizzare un linguaggio tecnico è necessario: per argomenti particolarmente specifici e settoriali non sempre è possibile dare una spiegazione esaustiva senza farne ricorso.

Come fare per semplificare le cose a chi legge? Ecco un paio di consigli:

  • Spiega quel termine: apri una parentesi o un inciso, oppure ritorna su quella parola alla fine della frase. Non dare nulla per scontato e chiediti se il lettore capirà quello che hai scritto (ripeto: il lettore, non tu!). Nelle situazioni di incertezza…ti sei già dato una risposta: meglio riformulare quel periodo con scelte lessicali più comprensibili.
  • Usa un glossario: se il tema trattato nel tuo sito/blog è particolarmente tecnico (e lo sono, di conseguenza, anche molti termini utilizzati) valuta l’inserimento di un glossario. In questo modo, ogni volta che dovrai ricorrere a una parola complessa, potrai rimandare l’utente alla relativa spiegazione.

Un buon modo per capire se il contenuto che hai scritto è chiaro e accessibile è farlo leggere a una persona esterna, di cui ti fidi: avere l’opinione di un non addetto ai lavori può aiutarti a capire se c’è qualcosa da modificare e in quali aspetti migliorare.

Hai bisogno di una revisione dei contenuti del tuo blog? Contattaci e scopri come renderlo più efficiente per i tuoi lettori!

22 Condivisioni

scritto da

Alessandro Lerin

Copywriter di Taeda Communication


Trasforma in concetti concreti ciò che interessa agli utenti. Supporta piccole e medie imprese che vogliono mettere in evidenza i propri punti di forza.

Restiamo in contatto su

Comments

comments