0 Condivisioni

Il marketing e la comunicazione digitale? Possono essere affrontati in modo empatico ed originale senza trascurare sostanza ed aspetti pratici tanto cari alle persone.

Basterebbe questo a descrivere il modus operandi di Salvatore Russo, autore di “Scopri Google Plus e conquista il Web” ed “Un anno di Pace”, un viaggio tra vizi e virtù degli utenti che popolano le piattaforme digitali. Il nuovo ospite del nostro blog, ideatore di eventi di grande successo come SEO&LOVE e SOCIAL&GYM, racconta la sua ultima opera, l’abbraccio di Verona e le proprie preferenze sui social.

Ciao Salvatore e benvenuto nel nostro blog. Vuoi raccontarci un po’ chi sei e cosa fai?

Sono Salvatore Russo, marito di moglie, padre di figli, nonno di nipoti, responsabile marketing di 6sicuro.it, Digital Marketing Strategist per importanti brand e agenzie, Windows Paint Evangelist e scrittore di libri. Ah dimenticavo, mi diverto a realizzare eventi in-formativi, palestre emotive con cui allenare la mente con esercizi creativi, stimolare il networking e testare le mie teorie sul digital marketing.

Chi ti conosce sa che sei in grado di organizzare eventi a tema memorabili, ad esempio Beach&Love e i più recenti Seo&Love, Social&Gym e non ultima la presentazione del libro “Un anno di Pace”. Qual è secondo te l’ingrediente segreto per organizzare eventi di successo?

Il pubblico. È fondamentale avere ben chiare le esigenze del tuo pubblico di riferimento, anche quelle che non sa di avere! Inoltre è necessario coinvolgere, sorprendere e divertire, tenendo ben in mente l’obiettivo: fornire informazioni utili e spunti di riflessione.

Ci concedi una domandina tecnica? Come si scelgono i relatori per un evento?

Quando sviluppo un mio evento, immagino sempre una storia da raccontare, un percorso in-formativo diviso in tappe. Deciso gli argomenti, scelgo i relatori che reputo più idonei.

Ovviamente sono professionisti che stimo moltissimo, ma non necessariamente con cui ho lavorato in precedenza, anzi, spesso è l’occasione buona per approfondire la conoscenza e rafforzare i rapporti.

Osservo molti professionisti, studio le loro tecniche di comunicazione, il loro modo di interagire con il pubblico, poi al momento opportuno… ZAC! Con Beach&Love 2016 voglio battere ogni record di relatori coinvolti :).

Vuoi darci un piccolo assaggio del libro “Un anno di Pace” e raccontarci come mai hai scelto Verona per presentarlo?

È stato così forte l’abbraccio che Verona mi ha riservato il 19 Febbraio, che mi è sembrato giusto far partire la promozione del mio ultimo libro proprio da questa bellissima città. “Un anno di Pace” è un libro innovativo, non c’è nulla di simile, è una fotografia senza filtri della nostra società. Una fotografia scattata da due deficienti, ovviamente.

Piccola curiosità: qual è il tuo social preferito e perché?

Il citofono. È stato il primo social network che ho utilizzato e quello a cui sono ancora affezionato. Il tasso di engagement è altissimo ed è stato il primo ad introdurre i video in real time.

Dulcis in fundo: ci saluti con una delle tue proverbiali massime, ad alto livello di ispirazione?

Sono buono e vi saluto con ben tre massime:

“Lavora come se non avessi bisogno di denaro, ma non lavorare aggratis, coglione”.

“Talvolta uno paga di più le cose che ha avuto gratis. Come il sito fatto in flash dal cugino”.

“La vita è 10% azione, 90% attesa di un like”.

0 Condivisioni

scritto da

Giulia Micheletto

Digital Strategist di Taeda Communication


Trasforma gli obiettivi digitali in azioni, con una ricerca costante delle modalità più performanti. Winelover e innamorata del valore delle parole.

Restiamo in contatto su Linkedin

Comments

comments